Consigli per mantenere puliti pavimenti e rivestimenti le superfici in marmo e granito

Il marmo, più o meno pregiato che sia, è un materiale delicato, ma non così delicato come si può credere. Con alcuni semplici accorgimenti saremo in grado di pulire rivestimenti e superfici di ogni spessore, ed eliminare macchie di unto, cibo o addirittura olio senza troppi problemi. Prima di cominciare, bisogna tenere in considerazione due aspetti: la porosità del marmo, prerogativa che favorisce l'assorbimento di liquidi e sostanze, inclusi i detergenti, e la scarsa resistenza all'azione degli acidi (limone, aceto, ecc). Sono questi i due talloni d'Achille del marmo, fattori importantissimi per capire come affrontare la manutenzione e la pulizia di questo nobile materiale senza creare danni irreparabili. Aggiungiamo che il marmo, quello vero, è composto da carbonato di calcio, un sale poco tollerante nei confronti dei classici multiuso per il piano cottura della cucina o per il bagno. Cosa utilizzare dunque in caso di macchie o per la normale pulizia?

Il nostro consiglio è di limitarsi a preparati fai-da-te ecologici, che uniscono al vantaggio della sostenibilità ambientale una discreta efficacia pulente. Ottimo ad esempio è lo stesso bicarbonato di calcio, diluito in acqua a formare una pasta morbida o una soluzione spray (evitiamo di usarlo puro in quanto troppo aggressivo). Altrettanto valido è il sapone neutro in gocce o nel formato classico tipo Marsiglia. In alternativa scegliamo un sapone delicato all'olio d'oliva, purché di ottima qualità e con pochissimi ingredienti. In nessun caso utilizziamo prodotti detergenti a base acida, né acquistati al supermercato né fatti in casa. Il contatto, anche per pochi minuti, con un liquido acido, rovina il marmo e costringe a seguire laboriose procedure di restauro che richiedono competenze, tempo e denaro!

Pulizzia marmi graniti beole luserna porfidi, supporti e accorgimenti per le macchie

Per quanto riguarda i graniti, vedi fra i tanti come Beola, il Serizzo la Luserna, Porfido o il Bianco Montorfano, i principi da rispettare sono pressappoco stessi del marmo, poiché parliamo sempre di pietre naturali. Anche se le pietre di base granitica presentano prestazioni fisico meccaniche migliori rispetto al marmo, avendo superfici con porosità notevolmente inferiore sì a preparati fatti in casa a base di sapone di Marsiglia e bicarbonato, ma anche a prodotti chimici purché di elevata qualità. Sul fronte dei supporti per la pulizia, l'ideale è avere a disposizione panni in microfibra o spugne morbide, meglio ancora se naturali e non sintetiche. Le spugne abrasive graffiano la superficie e rovinano l'estetica del marmo. Esigenze di lucidatura possono essere soddisfatte da appositi accessori dotati di spazzole rotanti che asportano un sottile strato di marmo, anche qui bisogna però fare molta attenzione e agire con cognizione di causa.
Se abbiamo la necessità di rimuovere macchie di grasso, vino o altro sporco ostinato, niente paura: possiamo avvalerci di specifici liquidi assorbenti venduti di solito in latte da 500 ml sia online sia in negozi specializzati. Assicuriamoci che il marchio scelto sia affidabile e seguiamo con scrupolo le istruzioni riportate nella confezione. In caso di dubbi su come trattare le superfici e i rivestimenti acquistati da noi, scriveteci un'email o chiamateci senza impegno: saremo felici di rispondervi con le informazioni necessarie!

× Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies Accetto